Piscina con cascata e zona wellness PISCINE PRIVATE
    Progettazione ed esecuzione impianti tecnologici, impermeabilizzazione e trattamento acqua ITALPOOL
    Progetto architettonico e direzione lavori Architetto Elisa Morchio - Torino
    Progetto del verde Architetto Elisa Morchio - Torino
    Fotografie Manuela Cerri - Torino - www.manuelacerri.com
    La piscina a sfioro è costruita a ridosso dell’abitazione integrandosi perfettamente con l’architettura, lo sfioro si trasforma in cascata che scende di circa tre metri , al livello più basso la zona wellness. La vasca di colore verde si integra perfettamente nel prato e col verde circostante e crea un magnifico contrasto con il bordo nero arricchito da una sedia scultura di Federica Grattapaglia dello stesso colore. La zona terrazzata intorno alla piscina è in teak e la parete di fondo in pietra arenaria gialla con cascata d’acqua a fessura che cambia colore grazie a fibre ottiche.
    L’architetto, Elisa Morchio, unisce l’architettura moderna con elementi della tradizione indonesiana, sia nella piscina che nella zona palestra: le lunghe sedia per il sole e per il relax e gli altri oggetti.
    Un altro elemento significativo del progetto welness è lo specchio, l’architetto, che ha progettato tutta la casa, lo usa per dilatare gli spazi e creare un continuo effetto di apertura e luce; alcune foto della zona wellness, scattate nello specchio sottolineano l’effetto di astrazione, dilatazione e di illusione scenica.
    Nello stesso ambiente convivono anche sauna e bagno turco e un salottino con la televisione e una vasca idromassaggio nonché tutte le attrezzature per gli esercizi fisici.
    PISCINA

    Struttura - Tipologia Piscina, rettangolare in cemento armato , fondo liner pvc DLW verdone
    Dimensioni m 5,50x16 x h m1,5÷2,20
    Trattamento acqua Circolazione
    n.7 immissori inox AS;
    n.1presadifondoinoxM;
    n.1presaaspirafangoinoxM.
    Filtrazione – Depurazione
    n.1SSB900 a sabbia;
    n.1 pompa KS150;
    n. 1 pompa di ricircolo in Noryl rinforzato completa di prefiltro da 1.1 kW.
    Disinfezione
    AutomaticaPoolRelaxOxy.
    Illuminazione n.3 fari inox 300W
    n.4 faretti Lighting plastic 50W
    Fibre ottiche Fibratec c n.3 faretti AS
    Climatizzazione Il sistema adottato tiene conto delle problematiche che si riscontrano normalmente negli ambienti adibiti a piscina, e nel caso particolare della conformazione del locale e della presenza di ampie superfici vetrate laterali.
    Quest'ultima particolarità ha fatto sì che i progettisti valutassero con estrema attenzione gli apporti-dispersioni termici al perimetro e si ponessero come obbiettivo non soltanto il mantenimento di condizioni termoigrometriche ideali in ambiente, ma anche l'evitare la formazione di condense sulle pareti vetrate, in qualsiasi stagione, per consentire comunque agli utilizzatori la vista sullo splendido paesaggio circostante.
    L'impianto di riscaldamento invernale di tutti gli ambienti è stato realizzato con pannelli radianti a pavimento, integrati da piastre ad alta temperatura negli spogliatoi e nei servizi. Il calcolo è stato condotto in maniera tale che la temperatura del pavimento ai bordi della vasca sia di circa 34-36°C per far sì che gli occupanti non abbiano mai la percezione di una differenza di temperatura rispetto a quella corporea all'ingresso o all'uscita dalla vasca.
    Le condizioni igrometriche invernali e termoigrometriche estive vengono controllate attraverso una unità di trattamento aria classica (Riscaldamento/Raffrescamento/Postriscaldamento) con ampie quantità di aria di rinnovo, che in virtù della posizione collinare non presenta mai in estate elevati valori di UR %.
    La distribuzione dell'aria con plenum sotto vetrata e la posizione delle bocchette di ripresa assicura un continuo "lavaggio" delle pareti vetrate, e le velocità dell'aria ipotizzate in progetto, costantemente inferiori a 0,5 m/sec, garantiscono l'assenza di fastidiose percezioni di movimento aria anche a corpo bagnato.